Licio Gelli, l’uomo che morì lasciando più macerie che misteri

“La vicenda di Gelli, proprio perchè tipica di una certa Italia quella che è stata tra affari e potere in un bel pezzo di ‘900, è lineare. Questo signore di Arezzo è stato infatti sempre nella scia di quelli che considerava gli snodi di potere: fascista convinto, volontario in Spagna e camicia nera dichiarata; antifascista per il breve passaggio che è servito per il traghettamento nell’Italia democristiana; imprenditore e “consulente” dei servizi segreti durante il periodo centrista; poi organizzatore di reti di potere, la più famosa fu la loggia massonica P2 durante lo scontro di classe degli anni ’60 e ’70 nel quale bisognava “contenere i rossi” con ogni sforzo. In un certo senso, il metodo di lavoro di Gelli degli anni ’50 –mettere assieme imprenditoria, politica e servizi- si replica anche negli anni successivi. E persino nell’altro continente, quello sudamericano, dove il metodo di lavoro, assieme ai profitti, si replica per combattere guerriglia e movimenti di liberazione. Non è un caso quindi che l’apice del potere di Gelli stia nel periodo in cui è forte, e drammatica, la contrapposizione tra sinistre di classe e stato. Nella P2 di Gelli, già da prima della vicenda Moro, vi sono così imprenditori, pezzi di istituzioni, servizi e di mondo bancario. Quello che serve per alimentare, stavolta al massimo, le sinergie imprenditoria-politica che sono sempre state il core business di Licio Gelli.”
“Senza soste” 17/12/2015

Qui l’articolo integrale:
Licio Gelli, l’uomo che morì lasciando più macerie che misteri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...