Gianfranco Ciabatti, corporativismo e neocorporativismo

“Il corporativismo storico – È una dottrina politica elaborata dai teorici dello stato fascista o nazionalsocia­lista, e costituisce il fondamento ideologico di quella parte del diritto pubblico che, in queste forme totalitarie di stato, prevede una disciplina organica delle forze produttive. L’ideologia corporativa fascista e nazionalsocialista assume le forze produtti­ve come entità omogenee sotto il profilo sociale e merceologico e in ordine al supremo interesse della potenza nazionale. Il diritto corporativo fascista o na­zionalsocialista disciplina le forze produttive in quanto corpora, corpi, corpo­razioni cui si attribuiscono funzioni costituzionali di carattere normativo, con­sultivo, conciliativo, e i cui millantati ascendenti sono i collegia romani e le corporazioni medievali. La corporazione nazifascista associa, per rimozione ideologica della realtà storica della lotta fra le classi, e per coazione giuridico-militare, lavoratori e proprietari all’interno di ciascun settore della produzione. (…)

Il corporativismo contemporaneo, o “neocorporativismo”, persegue gli stessi scopi del corporativismo storico, ma se ne differenzia sotto il triplice profilo della giustificazione ideologica, delle forme di repressione, dell’organizzazio­ne del lavoro.
Ideologia. Al punto di vista della potenza della nazione subentra il punto di vista dell’economia nazionale; all’ideologia del mercato nazionale subentra lo scientismo del modo capitalistico di produzione in epoca di formazione del mercato mondiale.
Repressione. Alla forza militare subentra l’imposizione politica, istituzionale, burocratica di un concerto preventivo sulla politica economica fra proprietari e centrali sindacali, con la mediazione del governo. Il dissenso e la resistenza dei dominati sono impediti o ostacolati per tre vie: burocrazia sindacale e iso­lamento dei lavoratori all’interno di settori, aziende, reparti; monopolio isti­tuzionale delle libertà sindacali e del diritto di sciopero; inibizione di fatto dell’esercizio di questo diritto anche attraverso la sua limitazione legislativa.
Organizzazione del lavoro. Il tipo di organizzazione del lavoro in regime neo­corporativo tende a sostituire alla solidarietà di classe l’appartenenza di cor­po, dove il corpo è l’individuo, la squadra, l’impresa (concentriche matrjoske a loro volta contenute in altre di dimensioni via via crescenti: il settore, l’eco­nomia nazionale, il mercato mondiale, il modo capitalistico di produzione come categoria dello spirito).”
Gianfranco Ciabatti, Neocorporativismo: per una identificazione del sindacalismo confederale, La contraddizione” (1987)

Qui il testo integrale di Gianfranco Ciabatti, Il neocorporativismo le nuove forme di dominio dell’imperialismo transnazionale:
il neocorporativismo

Qui una scheda su corporativismo e neocorporativismo:
corporativismo
tratta da: Quiproquo

Qui una raccolta di documenti del corporativismo fascista, con una prefazione di Salvatore D’Albergo:
docofasc

Annunci

One comment

  1. “La particolarità del modello di corporativismo introdotto dal regime fascista – entro la cornice determinante del partito unico e del sindacato unico, entrambi divenuti enti pubblici amministrativi diretti dall’esecutivo e quindi dalla burocrazia fascista – è così individuabile nella scelta di forme istituzionali di “inquadramento” coattivo delle organizzazioni di massa fasciste in un organo statale denominato “corporazione”, al fine di delegittimare la lotta di classe sul versante del movimento operaio, per armare in nome della “collaborazione” tra le classi il versante padronale dell’organizzazione produttiva, e così fare dell’interclassismo (caro alla cultura sia socialdemocratica sia cattolica) lo strumento di un totalitarismo esaltante lo stato come sintesi di ogni valore, per sostenere la proprietà e l’impresa, e fare della “gerarchia” l’asse dei rapporti sociali sia in sede civile che in sede economica e politica.”
    (Salvatore D’Albergo)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...