uno gnomo nel cervello

“Per staccarsi dal regno animale, l’animale uomo ha negato e infine ha cessato di percepire le sensazioni organiche e in questo processo è divenuto biologicamente rigido. Ancor oggi è un dogma delle scienze naturali meccanicistiche che le funzioni autonome non vengono percepite, e che i nervi vitali autonomi sono rigidi. Questo malgrado il fatto che ogni bambino di tre anni è in grado di dire che il piacere, la paura, l’ira, i desideri si manifestano nel ventre. Questo malgrado il fatto che le sensazioni dell’Io non sono altro che la totalità delle sensazioni organiche. Con la perdita delle sensazioni organiche l’uomo non solo ha perso qualsiasi capacità di reazione naturale e l’intelligenza dell’animale, ma ha ostruito con le sue stesse mani la via per risolvere i suoi problemi vitali; egli ha sostituito la naturale intelligenza autoregolatoria del plasma organico con uno gnomo nel cervello al quale ha attribuito, in maniera del tutto metafisica, qualità che erano contemporaneamente metafisiche e meccaniche. Le sensazioni organiche degli uomini divennero effettivamente rigide, meccaniche.”
Wilhelm Reich, Psicologia di massa del fascismo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...